FUE – FUT – TURCHIA 2017

FUE -FUT -TURCHIA  Aggiornamenti sul  “fenomeno FUE”  in Turchia. In un report del  Dr Tayfun Oguzoglu ( uno dei promotori della tecnica FUE in Turchia) inviato in agosto 2017 all’ISHRS,la situazione in Turchia viene così presentata: Nella sola Istanbul operano più di 300 (trecento) centri che propongono la FUE,ma soltanto una ventina di questi sono gestiti da medici. In tutti gli altri centri  gli interventi vengono eseguiti da persone senza nessuna qualifica medica e naturalmente  senza  il permesso delle autorità  sanitarie.Il Dr Oguzoglu si chiede come mai questo possa succedere,ma dimentica di dirci che il governo turco, grazie a questo turismo sanitario, ha ricevuto introiti  insperati e,dopo il picco negativo di afflusso di turisti per i recenti attentati, chiude volentieri  un occhio sulla idoneità di tali centri.Tanto che é anche prevista una agevolazione fiscale per gli operatori sanitari che gestiscono le cliniche FUE, cosa di cui il Dr Oguzoglu avrà sicuramente beneficiato.Perché i  “turisti” ( da 500 a 1.000 ogni giorno) che  arrivano ad Istanbul e si sottopongono alla FUE,hanno in realtà fatto aumentare il bilancio commerciale turco di diverse centinaia di milioni di Euro. Il Dr. Oguzoglu é particolarmente preoccupato ed imbarazzato perché  in questa battaglia di prezzi al ribasso alcuni centri sono arrivati a proporre trapianti di addirittura 12.000 grafts in una sola seduta e sempre a costi molto ridotti.Naturalmente si tratta per lo più di cifre fantasiose e non realistiche, della serie ( cara ai Legnanesi ) di “Chi vusa  pusè... la vacca l'è sua “. Tutto questo non ha fatto altro che declassare la FUE ad intervento“paramedico”,maturando in molti la convinzione che sia estremamente facile,praticabile dal principio alla fine da personale non medico e magari nel retrobottega di un negozio da parrucchiere.   VERO O FALSO ? La tecnica FUE è la più moderna e rappresenta la prima scelta per il trattamento dell’alopecia androgenetica. In realtà per molti medici la FUE rappresenta l’unica opzione come tecnica  di trapianto. dal momento che  la maggior parte di loro non é in grado di effettuare la FUT ( o Strip), per mancanza di una preparazione chirurgica specifica e di un ambiente ed attrezzature cliniche adeguate.Oltretutto non potrebbero delegare alle assistenti un tale tipo di intervento. Ricordiamo tra l’altro che se l’assistente non é medico NON può assolutamente  incidere la cute per prelevare i grafts nè tantomeno praticare tutte le incisioni per inserirli.Tutti i centri turchi sarebbero dunque fuorilegge in Europa.Ma dovrebbero esserlo anche in Turchia… Con la FUE il numero di grafts trapiantati é sempre più alto di quelli che si ottengono con la FUT. Quando con la tecnica FUE si tenta di prelevare più di 4-5.000 gafts in una sola sessione.si rischia di  saccheggiare l’area donatrice in modo indiscriminato e quindi di pregiudicare un secondo intervento. Il paziente é ignaro di questo fatto e più follicoli gli vengono promessi di trapiantare,più é felice. E’ comodo fare un prelievo esagerato,tanto i grafts sono un materiale che non costa niente all’operatore…Ma molti follicoli restano danneggiati e vengono trapiantati così come sono senza essere controllati ad uno ad uno al microscopio.Con il risultato che non c’é ricrescita.La transection rate in certi casi può superare il  30%.Quindi si depaupera inutilmente la donor area. Nella FUT normalmente si possono prelevare e trapiantare  da 1.500 a  3.000 follicoli, perché la superficie dell’area rimossa é ovviamente inferiore a quella dove viene praticata la FUE.Ma tutti i follicoli presenti nella strip vengono completamente  utilizzati.La sezione di ogni Unità follicolare viene eseguita con estrema precisione  “in vitro” da assistenti comodamente sedute al microscopio stereoscopico e non appollaiate “in vivo” per ore ed ore  sulla testa del paziente.come nella FUE. La FUE é adatta a qualunque paziente. Per un paziente giovane.che comunque intende rasarsi  a zero in futuro, é meglio che si orienti verso la FUE. (Se poi ha risorse limitate può sempre andare in Turchia in autobus). A un soggetto con una zona donatrice elastica e folta e che vuole recuperare la propria immagine lasciandosi crescere i capelli ( e non é disponibile a farsi rasare i capelli di tutta la zona posteriore) consiglio un intervento di FUT. In una bella clinica,con sale chirurgiche super attrezzate e sempre in presenza di anestesisti ( e di assistenti preparate e simpatiche). La FUE é assolutamente improponibile alle pazienti femminili,a meno di non costringerle a  restare barricate in casa per qualche mese  ( e a farmi mandare al diavolo ). Per concludere, quale tecnica preferisce adottare ? Se non si é ancora capito,ho un debole per la Strip.Quando la donor area é molto elastica e folta i risultati sono eccellenti ed il paziente dopo  un paio di giorni se ne può ritornare tranquillamente  a contatto con il pubblico.Anche senza cappello, quando  può coprire le croste almeno parzialmente con i capelli rimasti.Se proprio dovessero servire ulteriori grafts,allora li prelevo con la FUE  dalle regioni laterali del capo,rasando solo delle  strisce per lasciare abbastanza capelli che possano coprire le croste.Con quella che si definisce una tecnica combinata.
Risolvi ora i tuoi dubbi, calcola il numero di follicoli necessari per il tuo intervento. Effettua il calcolo